Menu Close

Perdere peso durante le escursioni

Cerchiamo tutti una forma fisica migliore e tanti cercano di perdere peso. Una volta fissato questo obiettivo, di solito provi a valutare se il tuo sport può farti perdere peso. E inevitabilmente si presenta la questione dell’escursionismo! L’escursionismo fa perdere peso? Se sì, come?

Come facciamo a perdere peso?

È essenziale sapere come rispondere a questa domanda per considerare il problema. In effetti, si dovrebbe porre la domanda opposta: come si ingrassa? Per semplificare (perché ci sono parametri ormonali e genetici che entrano in gioco) è quando si ingeriscono più calorie di quelle che si bruciano. Quindi, per perdere peso, normalmente devi solo bruciare più calorie di quelle che assorbi. È metodico, ma è più o meno così.

Per perdere peso devi attivare questi due aspetti: aumentare l’attività fisica e ridurre le calorie.

È chiaro che più uno sport consuma energia, più trovare il tuo equilibrio nel modo giusto.

L’escursionismo è una di queste, così come le altre attività fisiche. Ma l’escursionismo in sé non ti fa perdere peso. Almeno non da solo. Non aspettarti di perdere peso mentre cammini se fai una mini escursione ogni domenica e mangi grassi e dolci per il resto della settimana: sarà una perdita di tempo.

In effetti, la maggior parte dei nutrizionisti cerca di agire sulla tua dieta piuttosto che cercare di cambiare la tua pratica sportiva. Sanno di avere maggiori opportunità di cambiamento in termini di dieta.

Le escursioni come ti aiutano?

Prima di tutto perché non richiede alcuna capacità tecnica, quindi può essere fatto ovunque, è gratuito, piacevole e progressivo. Una persona in sovrappeso significativo potrebbe non iniziare l’attività fisica o aerobica, ma potrebbe essere in grado di camminare. Prima qualche chilometro e poi sempre di più.

La camminata è quindi una pratica ideale, modulabile a piacimento: non esitate a sceglierla se avete intenzione di abbinare la vostra dieta dimagrante alla ripresa dell’attività sportiva. Inoltre l’escursionismo si pratica nella natura, all’aria aperta, e questo favorisce il consumo di calorie. Lo sforzo ti aiuterà a bruciare i grassi e ti divertirai mentre trascorri del tempo in splendidi paesaggi. È perfetto per rimuovere lo stress della vita moderna, spesso colpevole di spuntini, che influenzano il tuo peso peso.

Bruciare le calorie

L’escursionismo è un esercizio delicato e aiuta ad eliminare il grasso. Per un’ora di trekking, il dispendio calorico sarà di circa 350 calorie. Naturalmente, più intenso è lo sforzo (camminata veloce o nordic walking), maggiore sarà il numero di calorie bruciate.

Quando si cerca di valutare l’impatto dell’attività fisica sul metabolismo, bisognerebbe considerare anche il riposo. Questo report è un’utile unità statistica (MET, Metabolic Equivalent of Task) che permette di esprimere il rapporto tra il dispendio energetico dell’attività durante lo sforzo e il dispendio energetico di un individuo a riposo. L’escursionismo con lo zaino ha un valore MET di 7: è un’attività classificata come media. Questo grado 7 aiuta a sottolineare che si bruciano calorie 7 volte durante un’escursione che a riposo. Si tratta di un valore paragonabile al vogatore ad un ritmo moderato, niente male!

Perdi peso quando fai camminate

Come tutte le attività fisiche, l’escursionismo non contribuisce necessariamente alla perdita di peso, anche se ovviamente fa molto bene alla salute. Alla fine della tua passeggiata, è probabile che reintegrerai tutte le calorie perse durante lo sforzo.

Camminare ti fa venire fame. La trappola classica è quella di consumare velocemente cibi altamente ristorativi e calorici. Questo è accettabile per un escursionista in buona forma fisica che non ha un grammo di grasso da perdere. Ma se sei già in sovrappeso, non compensare dopo una passeggiata con un buon panino imbottito, sarà terribile per la bilancia e per il tuo umore. Perdere peso camminando è possibile solo con una riduzione dell’apporto calorico, indipendentemente dalla quantità di chilometri percorsi.

Fai attenzione anche alle bevande energetiche e alle barrette di cereali che porti nello zaino! Sono vere bombe caloriche.

C’è ancora una soluzione più semplice e meno draconiana: costruire in modo sensato il tuo snack bar escursionistico secondo la tua dieta. Prediligi l’acqua pura alle bevande zuccherate, rinuncia al burro sul panino, scegli piuttosto il pane integrale. Se opti per le barrette di cereali, controlla il loro contenuto di zuccheri e grassi. Portare frutta o insalata non è sempre pratico. Prova a ridurre l’apporto calorico nei giorni in cui non fai escursioni. Quindi, opta per uscite lunghe o moltiplica le piccole escursioni durante la settimana.

Considera le escursioni come obiettivo sportivo piuttosto che cercare di renderle uno strumento dietetico. Mangia meno e in modo più sano durante la settimana per poter raggiungere obiettivi più ambiziosi. Se oggi puoi camminare solo 10 chilometri, dì a te stesso che il motivo per cui sei a dieta durante la settimana è il desiderio di fare 15 chilometri!