Menu Close

La migliore attrezzatura da viaggio

Prima di prepararsi per un trekking, le domande sono sempre le stesse: cosa devo portare con me? Come posso ottimizzare il peso della mia borsa? Diamo allora un’occhiata a ciò che è essenziale.

PER LA TESTA

Un berretto quando fuori fa freddo, perché il 25% della temperatura corporea fuoriesce dalla testa.

Un cappello … per proteggersi dal sole e anche dalle zanzare: il loro tessuto può essere a prova di zanzara.

Occhiali da sole per proteggere dai raggi UV. Controlla sempre la scala del comfort (da 0 a 4 a seconda della capacità degli occhiali nel proteggerti dal sole) e la scala della salute degli occhi (da 0 a 100% a seconda della capacità di filtrare gli UVs)

DALLA VITA IN SU

Le magliette possono essere indossate da sole, ma possono essere utili anche come strato base, soprattutto se realizzate in lana merino o seta. Anche le magliette a maniche lunghe possono essere un’ottima opzione per proteggerti dai raggi UV.

I prodotti tecnici traspiranti che si asciugano velocemente sono la scelta giusta, mentre il cotone rimane umido e freddo.

Un secondo strato è importante per mantenersi al cado. Lo spessore deve essere scelto a seconda della temperatura esterna.

La giacca è probabilmente il capo di abbigliamento più tecnico. Più è versatile, meglio è. Non sceglierla troppo spessa poiché il calore deve essere fornito dallo strato intermedio, non dalla giacca.

PER LE GAMBE

Il sistema dei tre strati che vale per la parte alta del corpo, diventa un sistema a due strati per le gambe.

Se le temperature sono molto basse, prova a indossare un paio di leggins caldi sotto i tuoi pantaloni. Sarà un piacere e ti aiuterà a controllare l’umidità.

I pantaloni elasticizzati sono ideali per il trekking. Possono essere rinforzati sulla schiena o sulle ginocchia per limitare l’attrito e si possono aggiungere protezioni per l’alpinismo.

Per le temperature più calde, bermuda lunghi o pantaloni a tre quarti perfetti nella maggior parte dei Paesi.

Pensa anche ai pantaloni 2 in 1 che possono trasformarsi rapidamente da lunghi a corti in modo da poter passare da una gamba all’altra tutte le volte che vuoi: un’ottima scelta per condizioni variabili.

Se stai facendo un’escursione o hai intenzione di trascorrere del tempo all’aperto o in un clima freddo, i calzini di lana merino manterranno i tuoi piedi caldi senza rischio di vesciche. Proprio come quelli a 2 strati per temperature regolari.

Scegli le tue scarpe con cura e non fare trekking per giorni interi con un paio di scarpe nuove di zecca. La tendenza è quella di optare per scarpe basse, ma quelle alte ti proteggeranno dalle pietre e dal terreno umido se necessario. Per la sera puoi anche optare per i sandali per ventilare i piedi.

Altre cose da ricordare:

Guanti leggeri: caldi, impermeabili.

Zaino da trekking leggero: da 30 a 40 litri.

Una copertura per lo zaino per proteggerne il contenuto è essenziale in caso di pioggia.

Un sacco a pelo.

Racchette da camminata.

Kit per il bagno.

Teli.

Pastiglie per pulire l’acqua.

Borse di plastica protettive.

Coperta.

Bottiglia.

Coltello.

Stringhe per scarpe di scorta.

Accendino.

Carta igienica.

Macchina Fotografica.

Lampada frontale e pile di ricambio.

Marsupio.

Passaporto (o una valida carta d’identità).

Visto a seconda del Paese.

Libro per le vaccinazioni e istruzioni mediche.

Soldi in contanti e carta di credito.

Assistenza e contratto d’assicurazione.

Documenti personali.

Un adattatore.